Bring Italian food into China, let Yangzhou cuisine be worldwide. "Portare il cibo italiano in Cina, lasciare che la cucina di Yangzhou sia in tutto il mondo"

"Con l’aiuto del governo di Yangzhou, Only Italia e 86Links, cioccolatini italiani, tagliatelle, olio d’oliva e altri prodotti alimentari sono entrati a Yangzhou…”

Traduzione dell’articolo pubblicato in data 2018-01-17 沈晓凡 da Richard 86insights , http://mp.weixin.qq.com/s/5Mzw9TAhzzeYlpoB9I0Z9w

Ciao a tutti. Ho già scritto molti pezzi su Yangzhou, una città in Cina. Ogni volta che qualcuno parla di Yangzhou, l’associazione immediata è la cucina di Yangzhou.

Il tè del mattino Yangzhou è uno di quelli. Ha una selezione eclettica di piccoli piatti come gnocchi di granchio (gnocchi al vapore ripieni di granchio e salsa di carne tritata), verdure e specialità di Yangzhou, come polpette ricoperte di polvere di granchio, riso fritto a Yangzhou, che non solo sono popolari in Cina, ma anche oltreoceano.

Chiaramente, il fatto che lo Yangzhou bao (panino farcito al vapore) possa essere venduto in tutto il mondo, può essere attribuito principalmente al processo di produzione alimentare standardizzato di Yangzhou e al sostegno del governo locale. Allo stesso tempo, Yangzhou è aperta e accoglie le imprese alimentari internazionali a costituirsi a Yangzhou.

Resta inteso che Yangzhou Food Industrial Park ha istituito l’unico magazzino di prodotti alimentari nella provincia di Jiangsu in base al quale i dazi vengono pagati solo dopo la vendita delle merci.

Inoltre, Yangzhou sta progettando la costruzione di un centro di distribuzione logistico per la catena del freddo per fornire imprese alimentari con magazzino e distribuzione, commercio elettronico transfrontaliero e altri servizi e infine stabilire il porto cinese per il commercio alimentare della Cina orientale, con un fatturato annuo di oltre 10 miliardi di yuan.

Map of Italian food distribution.

In tali circostanze, Only Italia, un consorzio italiano di PMI, ha raggiunto un accordo di cooperazione strategica con 86Links allo scopo di aiutare più imprese italiane di qualità a localizzare nel parco dell’industria alimentare di Sino-Italia (Yangzhou).

Fondata nel 2011 e con sede a Roma, Only Italia offre l’accesso a una rete di piccole e medie imprese e marchi italiani. Only Italia mira a promuovere lo sviluppo e la crescita delle imprese italiane nel mercato internazionale.

Il parco dell’industria alimentare Sino-Italia (Yangzhou) è stato aperto a settembre 2015 e la sua area di pianificazione complessiva è di 1 chilometro quadrato. Il parco industriale porterà cibo italiano, attrezzature per la lavorazione del cibo, oltre a design di packaging italiano, idee di creatività culturale, istituzioni di formazione per l’insegnamento del cibo occidentale.

Con l’aiuto del governo di Yangzhou, Only Italia e 86Links, cioccolatini italiani, tagliatelle, olio d’oliva e altri prodotti alimentari sono entrati a Yangzhou. Da un lato, i residenti possono gustare cibi italiani freschi e deliziosi e questo incoraggerà l’ulteriore sviluppo dell’industria alimentare cinese. D’altra parte, le aziende alimentari italiane possono avere accesso al mercato cinese e guadagnare più quote di mercato.

Indubbiamente l’industria manifatturiera e di trasformazione, come gli utensili da cucina italiani, le macchine da caffè e gli utensili da cucina introdotti in Cina, può anche aiutare lo sviluppo dell’industrializzazione alimentare cinese. In definitiva, ciò potrebbe creare maggiori opportunità di mercato per le imprese alimentari italiane e, allo stesso tempo, rafforzare la capacità di produzione alimentare di Yangzhou di raggiungere diverse parti

Irene Pivetti, Presidente di Only Italia ed ex Presidente della Camera dei Deputati italiana (seconda da sinistra), e Megan Meng, 86Links Direttore del Business Development (prima da sinistra) e Lim Zhi Kang, 86Links Associate Director of Southeast Asian Markets (seconda da sinistra)

In un incontro tra Only Italia e 86Links, Irene Pivetti, Presidente di Only Italia e Ex Presidente della Camera dei Deputati, ha dichiarato ”il progetto del parco industriale è stato un importante partenariato strategico. Il progetto mira a promuovere lo sviluppo congiunto dell’industria alimentare tra le due parti. Yangzhou ha avuto un ruolo importante nell’antica Cina Silk Road, quindi questo progetto di un parco industriale spera di portare maggiore interazione per lo sviluppo economico futuro attraverso la cooperazione tra le due parti, concentrandosi maggiormente sulla sicurezza alimentare, sulla protezione ambientale e sull’attuazione dei progetti”.

La signora Megan Meng, direttrice dello sviluppo aziendale di 86Links, ha detto questo “86Links fornirà servizi professionali relativi a partnership transfrontaliere come legali, finanziari, finanziari, fiscali e risorse umane per aziende globali. Speriamo che attraverso la collaborazione con Only Italia, possiamo aiutare le aziende italiane a entrare in Cina in modo più fluido ed efficace, e anche alleviare il processo delle imprese cinesi che si stanno avventurando all’estero”.

 

WCCO, undicesima edizione del Forum Mondiale delle Città dei Canali.Irene Pivetti accompagna una delegazione di imprenditori e politici Italiani

La Presidente di Only Italia Irene Pivetti insieme  al Direttore del Parco agroalimentare di Yangzhou, a Zhongxing Zhou  coodirettore dell'Ufficio Europeo con Irene Pivetti, Riccardo Zhou  accompagna la delegazione Italiana composta da Simone Padoan Segretario Generale  associazione EEGEX per la promozione e trasferimento di tecnologie e Know How nel settore ambiente e energia, Giampiero Mura Presidente del Consiglio Comunale di Olbia e  Michele Fiori Assessore al bilancio del Comune di Olbia.  Undicesima edizione del Forum Mondiale delle Città dei Canali per collegare la Cina all'Europa, all'Africa Orientale. “Nuove opportunità per le città dei canali all’interno dell’iniziativa Belt & Road”

Zhou Zhong Xing eletto Consigliere del Parlamento della città di Anhui

Zhou Zhong Xing co-direttore con l’onorevole Irene Pivetti dell’Ufficio Europeo del Parco Agroalimentare di Yangzhou  ha ricevuto un importante conferimento dalla città di Anhui diventando dal 15 gennaio Consigliere del Parlamento. Nella foto con Zhou Zhong Xing, Xu Li Quan

 

Convegno ad Haian, Italia. Intervento dell’Onorevole Irene Pivetti

Haian zona di sviluppo economico e tecnologico nella zona orientale di Jiangsu “vicino al fiume, vicino al mare, vicino a Shanghai”. Nella graduatoria nazionale cinese delle 100 città più piccole con maggiore potenziale di investimento si trova al dodicesimo posto. Il Parco ecologico Cina – Italia è il sesto Parco di cooperazione internazionale. Nel 2014 il premier cinese Li Keqiang in visita in Italia ha siglato con il nostro Governo un 2memorandum comprensivo”sulla crezione congiunta del Parco ecologico Cina – Italia fornendo sostegno alle aziende, agli enti e agli organizzatori. A oggi è la più grande base di produzione di apparecchiature di alto livello con la partecipazione delle università di Jiao Tong, di Shanghai e Suzhou. Sede cinese della coreana XiaoXing una delle 500 aziende più potenti al mondo.

Yangzhou. L’Onorevole Irene Pivetti, direttore dell’ufficio europeo del Parco Agroalimentare di Yangzhou relatore al WCCO, Expert Conference on Strategic Development, World Historic and Cultural Canal Cities Cooperation Organization

Una conferenza dove le autorità della città di Yangzhou e delle province di Jiangsu affrontano i temi di sviluppo strategico per la condivisione e la cooperazione mondiale.

  • WCCO Strategic Plan 2016-2017

  • WCCO’s Work Plan for 2017

  • Provisions on WCCO Expert Committee Rules

  • Recent Research Topic

“Sono onorata di essere qui oggi, nell'ambito di questa assemblea importante, ringrazio il presidente Zhou per avermi invitato e  saluto tutti voi, eccellenze, e autorità presenti”, dopo i saluti l’Onorevole Pivetti ricorda che in questi ultimi due anni è stata molte volte a Yangzhou, la prima volta è rimasta colpita da questa città, dall’armonia delle strade e degli edifici, dalla bellezza, dal Canale che “collega i vecchi tempi e quelli più recenti, il patrimonio culturale del passato, le industrie,  le competenze del presente, puntando verso un futuro ancora più luminoso”. 2500 anni di storia, di tradizioni “ho incontrato Yangzhou a causa della sua capacità industriale, del progetto ambiziosi di un Parco Industriale moderno e accattivante, dedicato all’industria agroalimentare in un collegamento stretto con l’Italia” continua Irene Pivetti “20 anni fa  ero un politico, sono stata il Presidente del Parlamento Italiano in un momento in cui il mio Paese è stato cambiato profondamente e rapidamente. Un’esperienza che mi ha insegnato cosa vuol dire “servire lo Stato” e quali sacrifici può richiedere. Significa servire la gente, specialmente i più deboli, che possono contare solo sulla legge, difendere contro ogni forma di prepotenza per poter condurre una vita dignitosa e onesta.
Dopo 20 anni, sono un imprenditore, e nel fare business sento il bisogno di promuovere progetti che possano essere di aiuto alla gente, alla loro vita quotidiana.
Questo è uno dei motivi per cui ho iniziato a lavorare sodo per creare e moltiplicare collegamenti tra Italia e Cina, tra le piccole e medie imprese  in Europa e Cina.” Orgogliosa di essere il Direttore dell’Ufficio dell’Ufficio europeo del Parco industriale agroalimentare di Yangzhou, con sede a Roma e Milano, afferma che globalizzazione può esserci se si rispettano le esigenze dei più piccoli, non solo dei più grandi e dei più forti. “Il Parco industriale sarà una grande piattaforma, e sono sicura che anche un esempio eccezionale, di proficua collaborazione tra le piccole e medie imprese italiane, europee e il più grande partner cinese… una porta per introdurre in Cina tecnologie e prodotti per i consumatori cinesi, aiutando le imprese cinesi ad entrare nel mercato europeo in una concorrenza leale, conforme alle norme. Per questo progetto, e per molte altre ragioni devo dire grazie al mio più caro amico Zhou Zhong Xing che per primo mi ha collegato  con Yangzhou città, e all’ex Sindaco, Presidente Zhou. Non potrò mai smettere di imparare sulla Cina e dalla Cina. Come l’’importanza strategica di WCCCO. WCCCO è una rete reale di riferimenti internazionali, con persone di quattro continenti… alla quale possono essere aggiunti nuove città, nuovi partner ed esperti, portando il loro contributo per raggiungere obiettivi comuni. L'idea di diventare un consulente Alle Nazioni Unite è un obiettivo ambizioso per dare a WCCCO lo stato che merita…ritengo di estremo interesse lo strumento di lavoro, la directory,  che ha prodotto, che elenca tutti i Partner potenziali nel mondo. Con l’Italia, e con altri paesi in Europa, farò in modo, mettendoci tutto il mio impegno di trasferire la lista dalla carta, agli accordi reali,  condividendo progetti ed azioni comuni”. L’affermazione di stima di Irene Pivetti è tangibile nei confronti del presidente Zhou, per la sua umiltà e per lo sforzo di risolvere i problemi concretamente, come i finanziamenti di progetti, nel verificare nuovi programmi di business che possono aiutare gli amministratori locali ad offrire ai propri cittadini nuove infrastrutture, progetti culturali, aree di sviluppo innovativo. Esempi concreti vengono ricordati per mostrare che in WCCCO c’è la ricerca per risultati concreti nella crescita, nella qualità della vita senza perdere tempo e risorse. Il Canale anche genio di ingegneri, di politici di infrastrutture e tecnologie è un modello di successo, di cooperazione, sviluppo e armonia. Con queste parole l’Onorevole Pivetti chiude il suo intervento.

 

Irene Pivetti incontra il sindaco di San benedetto del Tronto

Irene Pivetti presidente di Only Italia, direttore dell'ufficio Europeo del ParcoAgroalimentare di Yangzhou con i componenti del Centro Agroalimentare Piceno, con L'A.D. Valeria Senesi,incontra il Sindaco di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti nel progetto di internazionalizzazione delle Imprese Italiane

La Delegazione del Parco Agroalimentare di Yangzhou e la Presidente di Only Italia Irene Pivetti al Centro Agroalimentare Piceno, San Benedetto del Tronto

La Delegazione del Parco Agro-alimentare industriale diYangzhou e la Presidente di Only Italia Irene Pivetti incontrano lo staff del Centro Agroalimentare Piceno, San Benedetto del Tronto con l'A.D. Avv. Valeria Senesi. Piattaforma distributiva,  uffici direzionali,  commerciali e professionali, servizi alle imprese e doganali, certificazione, controllo. Il Direttore del Parco di Yangzhou Wei Fugen,  Ping Zhi Ming Food and Drug Administration, con Zhongxing Zhou  coodirettore dell'Ufficio Europeo con Irene Pivetti, Riccardo Zhou e gli altri membri della commissione cinese in un incontro con le aziende marchigiane, con le eccellenze dei prodotti del territorio. l'Avv. Valeria Senesi nei saluti di benvenuto ricorda la loro visita a Yangzhou per l'inaugurazione del Parco nell'aprile scorso ribadendo che questa è una grande opportunità per le aziende perchè la  Piattaforma Only Italia promuove il Made in Italy nel mondo. La Presidente Pivetti ringraziata dal direttore del Parco di Yangzhou per l'ottimo lavoro svolto per un'amicizia anche professionale ormai consolidata sottolinea che Only Italia è l'infrastruttura che permette l'accesso al mercato  cinese. Wei Fugen presenta le potenzialità del Parco con la Presenza all'interno delle migliori università, dei centri di ricerca oltre l'industrializzazione, la produzione e la distribuzione.

La Delegazione Cinese del Parco Agro-alimentare di Yangzhou a Roma per incontrare le aziende italiane, invitate dalla Presidente di Only Italia Irene Pivetti

Il Direttore del Parco Wei Fugen ringrazia l'onorevole Irene Pivetti per collaborazione culturale ed economica tra Italia e Cina. L'anno scorso infatti è stato inaugurato un ufficio europeo del Parco di cui Irene Pivetti è presidente per sigillare i rapporti economici. Fondamentale è la Piattaforma di Only Italia per le aziende italiane che intendono produrre ed esportare nel Parco Agro-alimentare di Yangzhou. Fanno parte della delegazione ospitata nella sede in Piazza del Popolo Ping Zhiming direttore del Centro Ispezione e Test e Zhou Zhongxing. Le aziende presenti andranno a Yangzhou il prossimo mese per continuare lo sviluppo e la solidità economica tra l'Italia e l'Europa e il Parco Agro-alimentare di Yangzhou.